Prime analisi sul “DL Rilancio” della Nord Ovest Consulting e Academy

La Nord Ovest Consulting & Academy, grazie alla collaborazione del Prof. Franco Vernassa e dell’Avv. Simona Mellano ha tenuto oggi un Webinar sull’argomento “DL Rilancio” di prossima pubblicazione.

Sono state illustrate le novità fiscali nell’ambito delle:

  • misure fiscali: stralciata l’IRAP dovuta il prossimo 16 giugno - saldo 2019 e primo acconto 2020 - per tutte le imprese con ricavi fino a 250 milioni di euro
  • Sostegno alle imprese: stratificazione delle agevolazioni a seconda della tipologia di imprese:
    • contributi a fondo perduto per titolari di P IVA con ricavi fino a 5 milioni di euro; il contributo spetta se l’ammontare del fatturato e dei corrispettivi del mese di aprile 2020 è stato inferiore ai due terzi dell’ammontare del fatturato e dei corrispettivi del mese di aprile 2019 e per una quota del calo dei ricavi che varia tra il 20% e il 10% al crescere della dimensione aziendale. Si dovrà presentare un’istanza telematica all’Agenzia delle entrate entro 60 giorni dall’avvio della procedura telematica
    • Sostegno per le imprese di medie dimensioni (accomandita, S.r.l., cooperativa) con sede legale o amministrativa in Italia: ricavi superiori a 5 milioni di euro e non oltre 50 milioni di euro. I ricavi fiscali devono essere ridotti almeno del 33% rispetto al periodo precedente (marzo-aprile 2020 / marzo- aprile 2019). Se la società dall’entrata in vigore del DL al 31 dicembre ha deliberato e versato un capitale sociale (almeno 250.000€. per società con ricavi superiori a 10 milioni di euro) e non si trova in una situazione di irregolarità contributiva e fiscale, non si trovava già in difficoltà in precedenze, ha una situazione regolare dal punto di vista di edilizia, urbanistica, sicurezza sul lavoro, non sono intervenute condanne definitive nei confronti degli amministratori, il numero di occupati è inferiore a 250, gli erogatori possono godere di un credito d’imposta pari al 20% dell’aumento del capitale. Non si possono eccedere 2 milioni di euro e non si possono distribuire dividenti fino al 31.12.2023. La società stessa può godere di un credito d’imposta pari al 50% delle perdite eccedenti il 10% del patrimonio netto fino a concorrenza del 30% dell’aumento di capitale
    • istituzione del Fondo Patrimonio PMI, la cui gestione è affidata Invitalia, che potrà sottoscrivere, entro il 31 dicembre 2020, strumenti finanziari partecipativi emessi dalle imprese con fatturato compreso tra 5 e 50 milioni
    • grandi imprese: ricavi superiori a 50 milioni di euro: erogazioni da Cassa Depositi e Prestiti Banche, assicurazioni e intermediari finanziari (holding di partecipazione) non hanno contributi
    • Internazionalizzazione PMI 
    • Previsione da parte della Regioni, Province, Camere di Commercio di aiuto diretto alle imprese sotto forma di agevolazioni dirette, sovvenzioni, anticipi rimborsabili ecc.
    • credito d’imposta nella misura del 60% (30% per prestazioni complesse e affitto di aziende) dell’ammontare del canone di locazione di immobili a uso non abitativo destinati allo svolgimento di attività di impresa, arte e professione per i soggetti con ricavi non superiori a 5 milioni di euro. Il credito spetta per i mesi di marzo, aprile, maggio 2020 ed è subordinato (tranne che per le strutture alberghiere) ad una diminuzione del fatturato o dei corrispettivi di almeno il 50% rispetto allo stesso mese del periodo di imposta precedente. Il credito è cedibile e bancabile
    • rinviata l’entrata in vigore di plastic tax e sugar tax al 1° gennaio 2021
    • incentivi agli investimenti per aumenti di capitali per finanziamenti effettuati nel 2020
  • Misure di rafforzamento patrimoniale:
    • detraibilità per le persone fisiche e deducibilità per quelle giuridiche, per il 2020, del 20% della somma investita a titolo di aumento di capitale di una o più società per azioni, in accomandita per azioni, a responsabilità limitata, anche semplificata, cooperativa, che non operino nel settore bancario, finanziario o assicurativo e con fatturato compreso tra 5 e 50 milioni. L’investimento massimo detraibile/deducibile non può eccedere l’importo di 2 milioni di euro. In parallelo, alle stesse società è riconosciuto un credito d’imposta pari al 50% delle perdite eccedenti il 10% del patrimonio netto, fino a concorrenza del 30% dell’aumento di capitale e, comunque, fino a un massimo di 800 mila euro
    • istituzione del Fondo Patrimonio PMI, la cui gestione è affidata Invitalia, che potrà sottoscrivere, entro il 31 dicembre 2020, strumenti finanziari partecipativi emessi dalle imprese con fatturato compreso tra 5 e 50 milioni
    • costituzione da parte di CDP di un patrimonio destinato, denominato Patrimonio Rilancio, per il sostegno del sistema economico produttivo italiano. I destinatari del Patrimonio sono le società per azioni, anche quotate con fatturato superiore a 50 milioni (non operanti nel settore bancario, finanziario o assicurativo) e CDP potrà effettuare ogni forma di investimento, comunque di carattere temporaneo, inclusi la concessione di finanziamenti e garanzie, la sottoscrizione di strumenti finanziari e l’assunzione di partecipazioni. È specificato che il Patrimonio effettua i propri interventi, in via preferenziale, mediante sottoscrizione di prestiti obbligazionari convertibili, la partecipazione ad aumenti di capitale, acquisto di azioni quotate sul mercato secondario. 

Altre novità importanti:

  • sterilizzate le clausole di salvaguardia e, quindi, cancellati i previsti aumenti delle aliquote IVA e delle accise dal 1° gennaio 2021
  • potenziato al 110% l’ecobonus e il sisma bonus per le spese sostenute tra il 1° luglio 2020 e il 31 dicembre 2021 per interventi volti a incrementare l’efficienza energetica degli edifici e ridurre il rischio sismico. Ammessa la cessione e la bancabilità del relativo credito di imposta, analogamente a quanto previsto per altri crediti di imposta (cappotto termico edificio e sostituzione della caldaia in caldaia solare sono particolarmente agevolati, rifacimento delle facciate, installazione di pannelli fotovoltaici e solari, installazione di colonnine elettriche)
  • innalzato a 1 milione di euro, in via strutturale, il limite per la compensazione orizzontale dei crediti di imposta
  • disposta l’applicazione dell’IVA ridotta al 5% per le cessioni di beni relativi al contenimento del contagio
  • · per favorire l’attuazione del Protocollo di regolamentazione delle misure per il contenimento del Covid-19, vengono previsti interventi straordinari, con uno stanziamento di 403 milioni di euro, destinati alle imprese che intervengano nei luoghi di lavoro per la riduzione del rischio di contagio attraverso l’acquisto di apparecchiature, attrezzature, dispositivi elettronici per l’isolamento o il distanziamento dei lavoratori e altri strumenti di protezione individuale. L’erogazione dei contributi è affidata a Invitalia S.p.A., sulla base degli indirizzi specifici formulati dall’INAIL
  •  estesa fino a maggio 2020 la sospensione dei versamenti tributari richiesti con avvisi bonari
  • sospesi i versamenti da cartelle di pagamento in scadenza fino al 31 maggio. I versamenti riprenderanno a partire da settembre, in 4 rate mensili
  • prorogato dal 30 giugno 2020 al 16 settembre 2020 il termine per la ripresa di tutti i versamenti di imposte e contributi sospesi per i mesi di marzo, aprile e maggio. I versamenti potranno essere effettuati in unica soluzione o in quattro rate
  • sospesa la procedura di compensazione tra credito imposta e debito iscritto a ruolo in sede di erogazione dei rimborsi fiscali in modo da consentire di effettuare i rimborsi nei confronti dei contribuenti che hanno un debito verso l’erario 
  • ampliate le ipotesi di esclusione dall’applicazione della disciplina degli indici sintetici di affidabilità fiscale (Isa) per i periodi di imposta 2020-2021
  • prorogati al 2021 una serie di adempimenti IVA che richiedevano oneri di adeguamento

 

Nelle prossime settimane si terranno webinar ad hoc per approfondire gli argomenti di maggiore interesse per le imprese.

Per saperne di più scrivi a consulting@nord-ovest.com